La storia

Sorto tra il XII e il XIII secolo come vero e proprio complesso militare fortificato, il castello diventa residenza signorile in età rinascimentale, dando origine al borgo del Castello d’Agogna.

I primi possessori del castello di cui si ha notizia sono i Della Torre, che cedono le terre ai monaci dell’abbazia di Santa Croce di Mortara; nel 1360 passa di pertinenza ai Visconti. Il feudo è poi ceduto nel 1392 all’ospedale di Biella, acquistato in seguito dal nobile genovese Antonio Porro, cui seguono i Crotti, i Tettoni, i Tarsis, i Ricci, i Miglio, la Regia Camera di Milano e, nel corso del 1700, gli Isimbardi, che nel 1909 vendono il castello e le sue pertinenze ai Gregotti, facoltosi agricoltori locali, di cui Vera Coghi è stata l’ultima erede.